Come e quanto esfoliare per prolungare l'abbronzatura

iStock
Come e quanto esfoliare per prolungare l'abbronzatura

Non c'è niente di meglio di un bel gommage per prolungare lo splendore dell'abbronzatura. Ma attenzione! Non bisogna esagerare né saltare questa tappa fondamentale.

Condividere

Alcune di noi tendono a credere che gommage e abbronzatura non vadano d'accordo. Il risultato è che l'estate scorsa hanno saltato questa parte della loro routine di bellezza nella speranza di prolungare una bella abbronzatura un po' più a lungo.
Grosso errore! In realtà, il gommage è fondamentale per preservare la tintarella e prolungare l'abbronzatura.

Perché il gommage aiuta a prolungare l'abbronzatura?

L'idea che esfoliare la pelle cancelli l'abbronzatura è completamente sbagliata. In realtà è proprio il contrario! Eliminando le cellule morte che soffocano la pelle e rovinano la tintarella, questo trattamento permette di ottenere un colorito più uniforme e una pelle più luminosa. Il risultato non potrà che essere ancora più bello!

Gommage: tutta questione di equilibrio

Esfoliare è bene, ma esfoliare al ritmo giusto è meglio. Non è il caso di saltare questa tappa tutti i giorni per paura di aggredire la pelle. L'ideale sarebbe un gommage una volta a settimana se hai la pelle mista o grassa, una volta ogni dieci giorni se hai la pelle secca. E non fare nessun trattamento esfoliante finché le scottature non sono guarite.

Gommage: scegliere il prodotto adatto

In primo luogo, non usare mai lo stesso prodotto per viso e corpo. Per il corpo puoi utilizzare un prodotto con granuli. Invece per la pelle del viso, più sensibile, è meglio optare per un prodotto più delicato, come un gommage agli enzimi della frutta.
Ultimo consiglio: termina la routine "abbronzata più a lungo" idratando la pelle con un trattamento idratante per il viso o una crema-olio. Vedrai che l'abbronzatura durerà di più!