Come le stagioni influiscono sulla pelle…

istock
Come i cambi di stagione influenzano la nostra pelle

Proprio come l'organismo, la pelle vive al ritmo delle stagioni. Per fare in modo che resti perfetta tutto l'anno, bisogna rispettare i diversi ritmi biologici e adattare i trattamenti delle pelle in base ai suoi bisogni.

Condividere

Così come assistiamo ai cambiamenti stagionali, anche la pelle attraversa diverse fasi. Il freddo, il sole, l'aria condizionata o il riscaldamento possono aggredire la pelle, sensibilissima alle escursioni termiche. Ed è in primavera e in autunno che la pelle soffre maggiormente. Durante queste stagioni intermedie, infatti, gli sbalzi di temperatura e di umidità sono variabili e la pelle deve compiere un grande sforzo per adattarsi.

L'autunno, una fase di transizione

Quando la pelle smette di "nascondersi" sotto l'abbronzatura, il suo vero aspetto e le sue imperfezioni riappaiono: rughe, secchezza, rilassamento, arrossamenti o, in altri casi, una produzione troppo intensa di sebo. La pelle diventa più pallida, perde tono e si disidrata. In autunno, la pelle stanca sogna di ricevere dei trattamenti che ne rinforzino l'energia e la luminosità: è quindi il periodo ideale per i gommage rigeneranti, le maschere idratanti e i trattamenti intensivi.

L'inverno, l'epidermide al rallentatore

Tutte le pelli subiscono le aggressioni del vento, del freddo e dei bruschi sbalzi di temperatura tra l'esterno e l'interno. Il metabolismo cutaneo diminuisce, la circolazione sanguigna diventa più debole, il rinnovo cellulare rallenta e la pelle perde luminosità. Meno ricettiva, l'epidermide deve riposarsi: non bisogna sottometterla a nessun trattamento potente, ma offrirle semplicemente delle creme ricche di lipidi, per rispondere al bisogno di comfort della pelle.

La primavera, una pelle nuova

In primavera, abbiamo voglia di rinnovare la nostra pelle! L'epidermide è intorpidita dai lunghi mesi di freddo e ha bisogno di ricevere un po' di luce: è arrivato il momento di risvegliare la pelle! Essendo satura di tossine (accumulate durante l'inverno) e sensibilizzata dal ritorno delle allergie cutanee, questo è il momento perfetto per effettuare un'esfoliazione o una pulizia della pelle.

L'estate, una stagione piena di pericoli

La pelle deve mobilizzare tutte le sue difese per riuscire a lottare contro le aggressioni del sole: il sebo si fluidifica, i pori si dilatano, la pelle suda e sopporta meno i corpi grassi. Ha quindi bisogno di un'eccellente dose di idratazione. Ai primi raggi di sole, abbandona le texture ricche per scegliere delle creme più leggere, e ricorda di proteggerti contro i raggi UV.