Impariamo a conoscere i fattori di protezione

iStock
Comprendere i fattori di protezione per prendersi cura della propria pelle

Le vacanze si avvicinano, è tempo di scegliere la crema solare. A quale fattore di protezione affidarsi per abbronzarsi in tutta sicurezza e prendersi cura della propria pelle?

Condividere

Cosa vuol dire SPF?

Il Sun Protection Factor è il fattore di riferimento per misurare la capacità di una crema solare di proteggere la pelle. Si parla anche di IP (indice di protezione) o di FPS (Fattore di Protezione Solare).
Tutti i laboratori cosmetici misurano nello stesso modo il celebre SPF.
15, 30, 50 è il numero che indica il livello di protezione contro i raggi UVA e UVB.
Per essere sicuri e prendersi cura della propria pelle in maniera corretta, bisogna scegliere una crema solare con una capacità di protezione contro i raggi UVA pari ad almeno 1/3 del fattore indicato sul flacone.
Per esempio: un SPF 30 garantisce almeno una protezione 10 contro i raggi UVA.

Fattore 30 o 50, come scegliere tra i due?

Iniziamo sfatando un mito: una crema solare 50 non impedisce di abbronzarsi!
Le pelli bianchissime, o che si abbronzano difficilmente, devono necessariamente scegliere una crema con un SPF 50. E, eventualmente, scendere a un SPF 30 dopo una settimana. Ciò permetterà loro di abbronzarsi in modo progressivo.
Se la pelle è già un po' abbronzata, si può cominciare con un SPF 30, ma bisogna tenere sempre una crema 50 a portata di mano. Non si sa mai... Da utilizzare se la pelle comincia a surriscaldarsi.
In ogni caso, un SPF 30 rappresenta il fattore minimo per non mettere la pelle in pericolo ed evitarle un invecchiamento precoce. Anche quando si è già abbronzate naturalmente...

Con un fattore 50+ sono protetta per tutta la giornata?

Assolutamente no! Anche se fornisce un'eccellente protezione contro i raggi UV, un fattore 50+ non costituisce una barriera totale. I dermatologi sono tutti concordi: anche con un SPF altissimo, bisogna applicare la crema ogni 2 ore e soprattutto dopo aver fatto il bagno.
Secondo alcuni studi, cominceremmo a prestare meno attenzione alla protezione a partire dal 4° giorno di esposizione.

Lo schermo totale esiste?

In Italia, questa indicazione non esiste più dal 2008. E si tratta di una normativa europea. Una crema solare che si spaccia per "schermo totale"? Non prenderla neanche in considerazione!
Ultima informazione: le creme solari con un fattore di protezione inferiore a 6 sono vietate.

Migliori trattamenti per la pelle da l'Oréal Paris per l'oréal paris
LOAP
REVITALIFT
TRATTAMENTO GIORNO SPF 30
PRO-RETINOLO AVANZATO + FIBRELASTYL