L'acido ellagico: un antiossidante super potente al servizio della pelle

iStock
L'acido ellagico contro gli effetti dell'inquinamento e del tabacco

Foschie grigie al di sopra delle città, micro particelle, gas di scarico, riscaldamento, fumo di sigarette sono solo alcuni degli elementi dell'ambiente in cui viviamo che, ogni giorno, attaccano la nostra pelle. Zoom sull'acido ellagico, una molecola che fa miracoli.

Condividere

Inquinamento e tabacco all'assalto della pelle

In superficie, gli aggressori attaccano il film idrolipidico che favorisce la ritenzione idrica. La pelle si disidrata, diventa secca, tira e prude. Appaiono dei fenomeni infiammatori, il colorito diventa smorto e gli arrossamenti cominciano a farsi sempre più frequenti. Localmente, i pori si ostruiscono, aprendo la strada alle imperfezioni. L'aspetto è più che triste!
In profondità, le fibre di sostegno (collagene ed elastina), responsabili dell'elasticità della pelle, vengono alterate. La struttura sottocutanea è indebolita. Conseguenze: il viso invecchia alla velocità della luce, perde il suo volume e le rughe diventano giorno dopo giorno più visibili.

I benefici dell'acido ellagico

L'acido ellagico è un polifenolo che appartiene alla grande famiglia degli antiossidanti, veri e propri bodyguard della pelle.
- In superficie, grazie alla sua azione anti-radicali, l'acido ellagico ci protegge contro lo stress ossidativo. I lipidi presenti nella barriera idrolipidica - primo scudo della pelle - vengono preservati. Evitando, così, la disidratazione e la secchezza cutanea. Il viso conserva l'elasticità e il colorito resta luminoso.
- A livello del derma, il suo ruolo è di stimolare la sintesi delle fibre di collagene, frenando la degradazione. Allo stesso tempo, si fissa sull'elastina per stabilizzare le fibre e proteggerle come una guaina, permettendo loro di restare efficaci più a lungo. Svolge anche un ruolo significativo nella stimolazione della sintesi di elastina.
- A livello cellulare, previene le lesioni causate al DNA.
L'acido ellagico, quindi,apporta numerosi benefici: protegge la pelle e stimola la rigenerazione dei diversi strati. Addio disidratazione, secchezza, colorito spento, rughe e perdita di volume: grazie all'acido ellagico la nostra pelle risplende!

L'acido ellagico ogni giorno

L'acido ellagico è uno dei principi attivi più utilizzati in cosmetica per le sue virtù protettrici, antirughe e antietà. Combinato a una texture cremosa o fondente, in base al tipo di pelle e ai bisogni, è l'antiossidante su cui possiamo sempre contare.
Possiamo trovare l'acido ellagico anche nella frutta e nella verdura. E dato che siamo tutte golose, ricorderemo principalmente i frutti di bosco: fragole, lamponi, more, mirtilli, semi di melograno. A titolo indicativo, un grammo di estratto secco di lamponi contiene 1.500 microgrammi di acido ellagico. Visto che questo acido resiste perfettamente al calore e al freddo, possiamo permetterci di consumare questi frutti in qualsiasi forma: composte, marmellate, sorbetti, smoothies, succhi freschi. Ce n'è per tutti i gusti!  
La nostra ricetta preferita: lo smoothie ai lamponi e vaniglia. In un mixer, frullare 200 grammi di fragole congelate, uno yogurt bianco, una bacca di vaniglia e 20 centilitri di succo di fragola. Una delizia!

Migliori trattamenti per la pelle da l'Oréal Paris per l'oréal paris
Revitalift Laser
REVITALIFT LASER X3
TRATTAMENTO PROFONDO ANTI-Et?
ACIDO IALURONICO + PRO-XYLANE? CONCENTRATO AL 3%