Pelli miste: cosa sono esattamente?

istock
La routine di bellezza per le pelli miste

La pelle mista è il tipo di pelle più diffuso, soprattutto tra le giovani donne. Ma è anche il più difficile da curare. Per mantenere una bella pelle, bisogna comprendere le sue esigenze… Approfondiamo l'argomento.

Condividere

Quali sono le caratteristiche delle pelli miste? E come adattare la nostra routine di bellezza a questo tipo di pelle?

Tra i 16 e i 20 anni, una ragazza su tre dichiara di avere una pelle mista. Ma di che si tratta esattamente? La pelle mista ha la particolarità di unire le caratteristiche della pelle grassa a quelle della pelle secca. Viene definita pelle instabile, tendenzialmente lucida. La famosa zona T – fronte, naso, mento – tenderà a essere grassa, mentre sul resto del viso la pelle sarà secca. Sono cinque i criteri che permettono di identificare la pelle mista: eccesso di sebo localizzato, sensazione di pelle che tira, colorito non omogeneo, grana della pelle irregolare e imperfezioni sporadiche.

Le cause della pelle mista

Fino a 20-25 anni, il viso è sottoposto a una forte crescita ossea: anche l'epidermide cresce a un ritmo di moltiplicazione cellulare molto sostenuto. A questo si aggiungono le fluttuazioni ormonali, i cambiamenti climatici, l'uso di prodotti sbagliati, le diete… La costruzione cutanea ne risente e la pelle diventa instabile. È proprio questa instabilità a rendere la pelle secca e grassa allo stesso tempo.

Le problematiche delle pelli miste

Le pelli miste sono le più difficili da curare perché è a metà strada tra le pelli secche e quelle grasse. L'eccesso di sebo sulla zona T provoca una grana della pelle irregolare, pori dilatati e brufoli. Il resto del viso tira e prude dopo una doccia calda o dopo lo strucco e ha un aspetto secco, a volte con delle placche rosse. Piuttosto imprevedibile, va spesso incontro ad aggressioni e irritazioni. Bisogna occuparsene con dei trattamenti specifici che sappiano riequilibrare e armonizzare il flusso di sebo dall'interno all'esterno. Infatti, mentre la zona T, tendenzialmente grassa, deve essere pulita con efficacia, le zone secche richiedono maggiore delicatezza.

Le pelli miste col passare degli anni

Le persone con la pelle mista hanno il vantaggio di essere parzialmente protette dagli effetti del tempo grazie all'eccesso di sebo. Quest'ultimo, composto principalmente da lipidi, contribuisce infatti a mantenere una buona idratazione della pelle. Di conseguenza ritarda la comparsa di segni di invecchiamento come le rughe. D'altro canto, sulle tempie e sulle guance, le zone secche perdono elasticità e tonicità. Possono anche manifestarsi delle irregolarità come le macchie pigmentarie.

La routine di bellezza e la pulizia delle pelli miste

La migliore arma per combattere le imperfezioni tipiche della pelle mista? Struccarsi due volte al giorno. In questo modo libererai la pelle dalle impurità, dagli eccessi di sebo che si ossida con i radicali liberi e provoca punti neri e brufoli. Per pulire bene il viso, scegli un prodotto delicato, una lozione micellare, ad esempio, o un latte specifico per pelli normali o miste. Passa un primo batuffolo imbevuto e insisti sulla zona T realizzando piccoli movimenti circolari. Ripeti l'operazione finché il batuffolo non sarà bianco come la neve. Sciacqua e termina con un po' di acqua termale per rimuovere il calcare dell'acqua di rubinetto. Se noti dei brufoli, fai un gommage, poi una maschera purificante una o due volte a settimana. Ma fai attenzione a non applicarla sulle zone secche.

Idratare le pelli miste

Non bisogna pensare che la pelle lucida non abbia bisogno di essere idratata. Al contrario, le zone secche tipiche della pelle mista mancano di acqua e devono essere nutrite per ripristinare il film protettivo, limitare la disidratazione ed evitare le irritazioni. Scegli una crema giorno opacizzante e non grassa che idrati la zona T , restringa i pori e nel contempo nutra le zone secche, un "tutto in uno" in grado di idratare le zone secche riequilibrando le zone tendenzialmente grasse. Di notte puoi usare un trattamento un po' più ricco, ma comunque non comedogeno.

Truccare le pelli miste

Per quanto riguarda il make-up, bisogna usare i prodotti più adatti alle proprie esigenze. E usare qualche trucchetto! La pelle mista è lucida solo sulla zona T, perciò il trucco è usare prodotti diversi a seconda della zona del viso: un fondotinta fluido non comedogeno e una polvere trasparente sulla zona lucida, un fondotinta in stick per guance e tempie. Continua a opacizzare regolarmente la pelle per tutta la giornata, tamponandola delicatamente con un fazzoletto o delle veline opacizzanti che assorbano il sebo.

Migliori trattamenti per la pelle da l'Oréal Paris per l'oréal paris
LOAP
OLIO STRAORDINARIO
CREMA-OLIO NOTTE EFFETTO MASCHERA
OLI ESSENZIALI + PAPPA REALE