5 buone ragioni per amare il sole!

istock
5 buone ragioni per amare il sole

Il sole non ricopre solo il ruolo del lupo cattivo… a condizione di non esporci troppo ai suoi raggi UV, è una fonte di benefici di cui bisogna saper approfittare. Senza colpevolizzarlo!

Condividere

#1 Per fortificare le ossa

Le radiazioni ultraviolette sono necessarie per la sintesi della vitamina D che permette di rendere le ossa più forti. Sotto l’effetto degli UVB, alcune cellule della pelle reagiscono diversamente, sintetizzando la 234

per stabilizzare al contempo i livelli di calcio e di fosforo. Il suo scopo? Prevenire la decalcificazione ossea legata all’osteoporosi nelle persone anziane e favorire la crescita nei bambini. Da 15 a 30 minuti (in media durante l’anno) di esposizione al sole sono abbastanza.

#2 Per tirarci su il morale

È la luce ricevuta dagli occhi che migliora il nostro umore: viene stimolata la serotonina, il neurotrasmettitore che interviene nella regolazione dell’umore, del sonno e dell’appetito. Il ricorso alla luminoterapia contro la depressione stagionale è già stato validato nel 2005.
Anche la sensazione di benessere aumenta. Certo, il mostrare una bella carnagione abbronzata può aiutare, ma la sensazione è quella che possiamo provare dopo un buon pasto o quando siamo in vacanza.

#3 Per regolarizzare il nostro orologio biologico interno

Il più potente regolatore del ritmo biologico? La luce! Gli occhi trasmettono i segnali al cervello che ordina il buon funzionamento dell’organismo (veglia/sonno, temperatura, ormoni, memoria…).
Grazie alla luce, il ritmo biologico è sintonizzato sul ciclo di una giornata di circa 24 ore: l’orologio interno è dunque risincronizzato permanentemente su questo ciclo preciso.

#4 Per sincronizzare il nostro sonno

La luce percepita dalla retina è trasmessa direttamente al cervello che porta l’informazione fino a una piccola ghiandola. È lei che secerne, alla fine della giornata, la melatonina, un ormone che facilita il sonno. La luminosità esterna può stimolare o diminuire la sua produzione. L’esposizione alla luce, di sera, ritarda la produzione di melatonina, e dunque il sonno.

#5 Per curare le malattie della pelle

L’esposizione al sole, o ai raggi UV, può essere prescritta dai medici per trattare alcune patologie cutanee, come la psoriasi, la vitiligine o altre ancora. Chiamiamo questo tipo di cura terapia UV. I medici analizzano da una parte i bisogni del paziente in termini di quantità e di tipo di UV, dall’altra i rischi incontrabili. Ovviamente, le sessioni non si svolgono sulla spiaggia, ma in ospedale, all’interno di cabine create appositamente.

Se il sole può effettivamente avere dei vantaggi per pelle e organismo, non dobbiamo comunque dimenticare i suoi effetti dannosi: proteggiamo sempre la nostra pelle con un filtro solare adatto al nostro fototipo ed evitiamo l’esposizione durante le ore più calde.

Migliori trattamenti per la pelle da l'Oréal Paris per l'oréal paris
LOAP
REVITALIFT
TRATTAMENTO GIORNO SPF 30
PRO-RETINOLO AVANZATO + FIBRELASTYL
LOAP
AGE PERFECT RENAISSANCE CELLULAIRE
TRATTAMENTO RICOSTITUENTE GIORNO
NATECIUM