Vero o falso? 10 domande bollenti sul sole

istock
10 vero e falso sugli effetti dell’esposizione al sole

Crediamo di aver letto tutto e capito tutto sull’esposizione al sole e i suoi effetti nocivi sulla pelle. Eppure, continuiamo a metterci in pericolo non seguendo le raccomandazioni dei dermatologi. Diamo una ripassata, allora, alle basi dell’esposizione solare!

Condividere

UVA e UVB, stessa battaglia

Falso: I raggi UVA sono presenti tutto l’anno e anche se il tempo è nuvoloso. Indolori, possono penetrare negli strati profondi del derma e sono responsabili dell’invecchiamento cutaneo prematuro. I raggi UVB sono più forti intorno a mezzogiorno e sono bloccati dalle nuvole; sono loro che stimolano la melanina per l’abbronzatura, ma sono anche loro che causano i colpi di sole e le reazioni allergiche. L’ideale è avere una crema solare che protegga sia dai raggi UVA che dagli UVB, per una pelle sana e ben colorita!

La crema solare per adulti va bene anche per i bambini

Falso: Non abbiamo la stessa sensibilità all’esposizione al sole: la pelle dei bambini, e soprattutto quella dei neonati, ha una capacità maggiore di assorbire le formulazioni cosmetiche. Per una pelle sana, dobbiamo quindi applicare una protezione solare che contenga solamente dei filtri minerali (e non organici) – rari nei prodotti per adulti – e che sia senza profumazione per limitare i rischi di allergia.

Mi spalmo la crema solare anche se vado a fare il bagno

Vero: Anche se ci stiamo per buttare in acqua, è bene proteggere ugualmente la nostra pelle: i raggi del sole sono capaci di penetrare fino a una profondità di 50 cm nell’acqua. E con la capacità riflettente dell’acqua, possiamo rapidamente prendere un colpo di sole.

Mi proteggo ugualmente bene con la crema solare dell’estate scorsa

Falso: Se la vostra crema solare non è mai stata aperta e se il suo tappo è ancora ben chiuso, allora potete ovviamente utilizzarla senza alcuna perdita di livello di protezione. Invece, se l’avete già utilizzata la scorsa estate, se il suo tappo è pieno di sabbia, se è stata trascinata per ore sotto il sole, se è stata chiusa male… allora è il momento di sbarazzarcene: la sua formulazione non è più stabile.

Mi proteggo ogni due ore, è il minimo indispensabile

Vero: Con i bagni, lo sfregamento dell’asciugamano, la traspirazione, la sabbia, la protezione solare ha la tendenza ad andarsene via… Dobbiamo quindi rimetterla regolarmente per mantenere una protezione ottimale all’esposizione al sole: ogni due ore massimo, riapplichiamo scrupolosamente la crema, senza dimenticarci la schiena, i piedi, le orecchie…

Il mio olio solare protegge come la crema

Vero: Quello che conta non è la composizione della protezione solare, ma piuttosto l’indice SPF. Il livello di protezione di un olio solare con fattore 50 è pertanto uguale a quello di una crema solare con lo stesso fattore. È quindi solo una questione di gusti!

L’esposizione al sole fa soprattutto male a neonati e bambini

Falso: L’esposizione al sole senza protezione fa sempre male alla pelle, non importa l’età. I piccoli devono evitare a tutti i costi i colpi di sole, a 20 anni cerchiamo di preservare il nostro patrimonio solare, a 40 anni cercheremo di evitare l’invecchiamento precoce della pelle, e a 60 anni avremo paura delle macchie scure. Un nemico in comune: il sole!

Anche in città, mi devo proteggere dagli effetti nocivi dell’esposizione al sole

Vero: I raggi UVA, quelli che non sentiamo, colpiscono durante tutta la giornata, anche quando il tempo è nuvoloso, anche in città e anche attraverso i vetri delle macchine o degli uffici. Investiamo quindi in una crema idratante dotata di un fattore di protezione che rimpiazzerà la crema da giorno abituale non appena appariranno i primi raggi di sole.

Al ritorno dalle vacanze, l’effetto boomerang del sole non è inevitabile

Vero: Con il sole, i problemi di acne sembrano svanire come per magia. Questo senza contare l’effetto boomerang al ritorno dalle vacanze: le imperfezioni tornano anche quando l’abbronzatura è ancora lì. Per evitarlo, c’è una sola soluzione: proteggere la pelle con una crema dotata di una protezione 30 o 50.

Non ho bisogno di un dopo-sole se non ho preso un’insolazione

Falso: Dopo la crema solare protettiva, il dopo-sole è l’altro prodotto fondamentale d’estate per una pelle sana! Ricchi d’acqua, i dopo-sole riparano e idratano. Scegliamo dei prodotti con principi attivi calmanti che alleviano le irritazioni legate alla morsa del sole e del vento: aloe vera, bisabololo, calendola o camomilla. Ma anche dei principi attivi idratanti, come l’acido ialuronico o la glicerina pensati per impedire le perdite d’acqua.

Migliori trattamenti per la pelle da l'Oréal Paris per l'oréal paris
LOAP
REVITALIFT
TRATTAMENTO GIORNO SPF 30
PRO-RETINOLO AVANZATO + FIBRELASTYL
LOAP
AGE PERFECT RENAISSANCE CELLULAIRE
TRATTAMENTO RICOSTITUENTE GIORNO
NATECIUM