Zoom sulle texture solari della vostra estate!

Getty images
Zoom sulla protezione solare (crema, olio, spray)

L’estate è già arrivata! La spiaggia, il dolce far niente, il sole: a noi! Per abbronzarci in tranquillità, sappiamo che bisogna proteggersi bene: crema solare, olio, spray, quale protezione solare è meglio scegliere?

Condividere

Crema solare, olio solare, spray… Sebbene le texture siano diverse, la composizione delle protezioni solari resta la stessa: tutte includono dei filtri chimici e/o minerali che combattono l’assorbimento dei raggi UVA e UVB. Fintanto scegliete un indice di protezione adatto al vostro fototipo, la consistenza resta solamente una questione di comodità!

La crema solare, la protezione base: spesso bianca o colorata, la consistenza della crema solare è ben visibile, cosa che permette di controllare la quantità di prodotto applicato e di individuare facilmente le zone del corpo dimenticate! Ideale per i bambini in spiaggia, la crema solare è sinonimo di sicurezza: vellutata e idratante, ha una buona tenuta sulla pelle.

Il latte, la protezione solare idratante: molto più fluido della crema, il latte solare conferisce spesso un’idratazione più intensa. L’applicazione è facile ed efficace, specialmente quando si trova sotto forma di spray. Il latte solare penetra rapidamente nella pelle, senza lasciare alcuna pellicola grassa o spessa. È la consistenza perfetta per la piscina!

Gli spray, la protezione solare leggera: come protezione solare ha una composizione meno grassa della crema e del latte, caratteristica che gli permette un’applicazione semplice e leggera. Efficace dalla testa ai piedi, micro-gocce che non appiccicano, una composizione che non rende la pelle bianca: lo spray solare ha solo tratti positivi. A condizione di non limitarsi a una sola spruzzatina.

L’olio solare, la protezione sublimatrice: l’olio solare consente di ottenere una lucentezza setosa grazie alla sua composizione fluida e non appiccicosa che si stende in maniera uniforme su tutta la pelle e rende possibile la combo di abbronzatura + protezione solare ottimale, scegliendo un indice di protezione elevato (i livelli di protezione 30 o 50 sono ormai disponibili). E poiché la formulazione dell’olio solare di nuova generazione è arricchita di agenti nutritivi e idratanti, più ne mettiamo, più la pelle sarà morbida e l’abbronzatura splendente.

Il nebulizzatore solare, la protezione rinfrescante: né unto né appiccicoso, né tantomeno sbiancante: il nebulizzatore solare è estremamente facile da applicare. Basta una spruzzatina: il nebulizzatore è già asciutto e completamente invisibile, capace di regalarci una sensazione “pelle nuda” perché protegge senza appesantire. Il tutto accompagnato da una sensazione di freschezza che fa sempre bene sotto il sole.

Il gel solare, la protezione cremosa: ricco d’acqua, il gel solare apporta freschezza e idratazione grazie alla sua composizione base e non grassa. Non c’è alcun rischio della maschera bianca: è completamente trasparente e penetra rapidamente nella pelle per un effetto setoso e vellutato.

Lo stick solare, la protezione solida: lasciamo la composizione solida all’applicazione localizzata sulle zone sensibili del viso (naso, labbra, fronte) e sul decolleté. Il suo formato tascabile rende possibile portarlo dappertutto nella propria borsa, visto che è anche – e soprattutto – raccomandato per gli sport nautici e sciistici.

Migliori trattamenti per la pelle da l'Oréal Paris per l'oréal paris
Gli effetti delle radiazioni sulla pelle: come proteggersi?
Il sole, un po’ amico un po’ (tanto) nemico